Rete Meteorologica Nazionale


 
 
 www.meteorete.it
      La meteorologia per  le scuole elementari
  

il vento

   
vento

Soffia forte  e impetuoso il  vento,  rami e  foglie spazza in un sol momento. Attento signore, il tuo cappello e' volato e fin sulla cima il vento l'ha portato... Ma molte volte il vento soffia debole e lento e un piccolo fruscio si ode tra le foglie a stento
spiegazione: lettura svolta con l'aiuto del docente

La filastrocca fa capire che il vento puo' presentarsi  con intensità diverse che possono cambiare anche nella stessa giornata.

Puo' essere debole, forte e moderato, esiste  per la "forza" o intensita' del vento, una classificazione chiamata scala dei venti di Beaufort che spiega bene  l'intensità del vento osservando il movimento  dei rami sulle cime degli alberi, il fumo dei camini e lo spostamento delle foglie per terra.

 

Ma cos'e il vento?

Il Vento non è altro che aria in movimento.

Per capire bene come si forma il vento, bisogna conoscere il significato di pressione atmosferica.

 

  LA ROSA DEI VENTI

Rosa dei Venti

La rosa dei venti ci dice che ci sono diversi tipi di vento, freddo, caldo, umido e secco, ognuno di questi proviene da punti geografici diversi.

 

TRAMONTANA ( da Nord ):
E' un vento molto freddo che di solito porta tempo asciutto, cielo sereno e visibilità buona.
Proviene da regioni del nord/europa quindi più fredde delle nostre e non attraversano mari rimanendo così con  umidità molto bassa che favorisce appunto la visibilità.

 

IL GRECALE ( da Nord Est ) :
E' un vento freddo e intenso si manifesta  soprattutto nella stagione fredda.
Spesso questo vento viene associato ai venti di bora.

 

LEVANTE ( da Est ):
E' un vento che, come dice il nome, spira da Est ed è tipicamente estivo.
Lungo le regioni tirreniche, si manifesta durante le prime ore del mattino 
La sua influenza è sentita sul Tirreno e sull'Adriatico centro-meridionale.
A volte il levante può preannunciare l'arrivo del brutto tempo

 

LO SCIROCCO ( da Sud Est ) :
E' un vento che proviene dal continente africano percio' e' molto caldo e secco.
Durante il suo percorso verso l'Italia sul mare però, , tende molto facilmente ad acquistare umidità ed è per questo che da noi giunge caldo e umido.
E' un vento molto temuto nella stagione estiva perché rende le giornate molto calde e afose.

 

MEZZOGIORNO - OSTRO ( da Sud ):
E' un vento meridionale debolissimo che  si manifesta molto poco mari italiani.

 

IL LIBECCIO ( da Sud Ovest ) :
Il libeccio è un vento umido, e violento che proviene da Sud Ovest.
E' molto temuto per gli effetti che può provocare, infatti spesso genera forti mareggiate, condizioni di burrasca e piogge molto intense.

PONENTE ( da Ovest ):
E' un vento che, come dice il nome, spira da Ovest ed è tipicamente estivo.
Lungo le regioni tirreniche,  si manifesta durante le ore pomeridiane 
La sua influenza è sentita sul Tirreno e sull'Adriatico centro-meridionale.

 

IL MAESTRALE ( da Nord Ovest ) :
E' uno dei venti più intensi che interessano l'Italia.
Deriva dalla discesa di aria fredda di origine polare che scende verso le  nostre regioni entrando dal mediterraneo
L'aria polare, lungo la sua discesa si scontra con aria più calda e umida proveniente dall'Oceano Atlantico, generando maltempo  che dalle regioni Francesi giunge da Nord/Ovest  attraverso il Mar  Mediterraneo sulla Corsica e Sardegna  coinvolgendo le regioni tirreniche


Avete mai sentito parlare dei venti di caduta o venti favonici ?

Il FOEHN e' un vento caldo che si forma in primavera ma anche in inverno  sulle regioni  del Nord/Ovest italiane (Valle D'aosta, Piemonte e Lombardia occidentale)

Questo vento  fa diventare il cielo azzurrissimo, arriva dalla catena Alpina da Nord/ovest  cadendo  giu' dalle montagne  verso le pianure e quindi riscaldandosi.

il Foehn si forma  per l'arrivo di correnti fredde (fronte freddo) che provengono  dall'altra parte delle Alpi, quindi  dai versanti esteri, in questo caso dalla Francia o dalla Svizzera

Queste correnti fredde , scontrandosi contro la barriera Alpina (fenomeno chiamato  STAU) ,risalgono lungo i pendii e le pareti  raffreddandosi   e formando nubi e pioggia, una volta arrivati in cima scendono dalla parte opposta riscaldandosi e diradando le nubi, formando  il vento di FOEHN  che  soffia sui versanti italiani.

Questo meccanismo STAU e FOEHN avviene anche  in altre regioni italiane in genere  dove  esiste una barriera fatta di montagne (ostacolo orografico) , pertanto l'Appennino provoca anch'esso i fenomeni di Stau e Foehn.

 

approfondimenti suggeriti:
La pressione atmosferica
i punti cardinali

Le filastrocche e i testi sono di proprieta' di www.meteorete.it
Copyright www.meteorete.it © 2001/2005
 
 

Schermo universale meteorete
 Adesione rete meteo 
 
cerca città ...
previsioni-webcam-dati meteo
 
meteorete-facebbok


www.meteorete.it by.
A.Santagostini C.2001
P.I.05250380960