Global Warming
 

by Holli Riebeek design di Robert Simmon • • 11 maggio 2007

  versione originale di questo documento e' stato, pubblicato nel 2002 e scritto da John Weier,

Negli ultimi cinque anni,  600 scienziati del Panel intergovernativo sui cambiamenti climatici, hanno passato al setaccio migliaia di studi sul riscaldamento globale  riviste scientifiche, pubblicazioni di settore e distillati di conoscenze accumulate . Da questo materiale sono arrivati a questa conclusione: "Il riscaldamento del sistema climatico è inequivocabile ".

 
  Satellite image of the collapse of the Larsen-B ice shelf, Antarctica.
 

Lungi dall'essere  una paura del futuro, il riscaldamento globale sta accadendo ora, e gli scienziati hanno dimostrato che gli esseri umani sono pertanto  da biasimare. 

Per decenni, le automobili e le fabbriche hanno vomitato miliardi di tonnellate di gas  serra nell'atmosfera, e  questi gas hanno causato un aumento delle temperature tra 0,6 ° C e 0,9 ° C (1,08 ° F a 1,62 ° F), nel secolo scorso.

 Il tasso di riscaldamento negli ultimi 50 anni è stato il doppio di quella osservato negli ultimi 100 anni. Le temperature sono destinate a salire ulteriormente.

 

Gli effetti del riscaldamento globale  si stanno gia facendo sentire in tutto il mondo. Il Larsen-B Ice Shelf della Penisola Antartica crollò per più di 35 giorni all'inizio del 2002, . (Immagine NASA da Jesse Allen, sulla base dei dati MODIS).

  Photograph of the Navajo power plant, Page, Arizona
Graphs of atmospheric carbon dioxide concentration and global average temperature since 1880

Ma perché dovremmo preoccuparci di un aumento della temperatura apparentemente cosi'  piccolo? 

Sappiamo che la temperatura media globale è abbastanza stabile per lunghi periodi di tempo, e piccole variazioni di temperatura,  possono  corrispondere a cambiamenti enormi per l'ambiente. Per esempio, durante l'ultima glaciazione, quando  gli strati di ghiaccio  spessi 1 km coprirono il Nord America fino in fondo agli stati del nord, il mondo è stato solo di 9 a 15 gradi Fahrenheit più freddo di oggi. 

Gran parte della moderna civiltà umana deve la sua esistenza  alla stabilità della temperatura media globale , verificatasi alla fine dell'era glaciale, una stabilità che ha permesso alle culture umane di passare da  società di cacciatori a  società di contadini. 

Anche la variazione di temperatura di un grado o due, che si  sono verificate durante l'ultimo secolo, sono in grado di produrre cambiamenti significativi sul nostro ambiente e  sullostile di vita.

 

Automobili, fabbriche e centrali elettriche, pompano miliardi di tonnellate di anidride carbonica nell'atmosfera ogni anno. A partire dal 1750, i livelli di anidride carbonica sono cresciute del 35 per cento, mentre le temperature sono aumentate tra lo 0,6 ° C e 0,9 ° C. Gli scienziati  sono sicuri che l'aumento delle concentrazioni dei gas serra sta' causando  un surriscaldamento del  pianeta. (Fotografia © 2002 Travel geografo. Grafici NASA da Robert Simmon, sulla base di dati di biossido di carbonio dal Dr. Pieter Tans, NOAA / ESRL e Temperatura dati da NASA Goddard Institute for Space Studies.)

  Photograph of beach erosion in Massachusetts, 2007
 

In futuro, è molto probabile che l'aumento delle temperature porterà a più  frequenti ondate di caldo , e praticamente certo che il livello dei mari salirà,  e' cio' potrebbe portare sotto il livello del mare alcune nazioni.

L'aumento delle temperature cambierà sicuramente i modelli meteorologici, ed è molto probabile che ci saranno periodi  piu' intensi di siccità  e più eventi di pioggia intensa.

Inoltre, il riscaldamento globale avrà una durata di migliaia di anni. Per avere una idea di come il riscaldamento globale potrebbe avere un  certo impatto sull'umanità, è necessario capire cosa e' in effetti  il riscaldamento globale è, come gli scienziati  lo misurano, e come sono state estrapolati questi scenari futuri 

Traduzione di  meteorete da http://earthobservatory.nasa.gov/ next 

 

Una conseguenza inevitabile del riscaldamento globale è l'innalzamento del livello del mare.  Questo porta a tempeste più intense,  a danno delle  comunità costiere  che rischiano l' erosione delle spiagge e danni  a causa di tempeste  distruttive come il nor'easter dell' aprile 2007. (Fotografia © 2007 metimbers2000.)

Print this Entire Article Stampa questo intero articolo